Risposte ai questionari di OOP, A.A. 2020/21

Posted by

Category :


Per ogni corso, l’Università di Bologna richiede agli studenti di compilare dei questionari anonimi, i cui risultati sono poi visibili ai docenti.

Personalmente insisto sull’importanza di compilare (oltre allo spazio con le risposte sintetiche sul gradimento del corso) anche lo spazio con i commenti in testo libero.

In questo post, commento quelli dell’ A.A. 2020/21, in didattica mista a causa del coronavirus.

Dovrei aver inserito tutti i commenti, ad eccezione di quelli non positivi riferiti direttamente ai tutor; ho girato loro i commenti sia positivi che negativi di modo che potessero leggerli, non mi sembra corretto aggiungere dettagli qui.

Organizzazione

Secondo il mio parare oltre a dare la possibilità di fare domande nel forum si potrebbe anche concedere, in caso di necessità, la possibilità di poter fare domande anche in contatto privato con i docenti o con i tutor

Esistono due macro-categorie di domande: quelle personali e quelle tecniche. Per quelle personali ovviamente potete contattare direttamente i docenti. Per quelle tecniche vi chiediamo di non farlo per le ragioni che seguono.

  1. Tipicamente i dubbi che avete voi li hanno anche altri, che però per timidezza o altre ragioni non li esprimono. Porre la domanda sul forum consente anche a loro di risolvere i dubbi.
  2. Oltre alle risposte che possiamo darvi noi, potreste ricevere interazione dai vostri colleghi (che noi possiamo rettificare se non corretta). In questa maniera, il vostro dubbio oltre ad essere risolto diventa un modo per altri per rinforzare le proprie conoscenze.
  3. Organizzativamente, possiamo scegliere nel team dei docenti del corso la persona che riteniamo più idonea a rispondere in base all’expertise di ognuno, cosa che più difficilmente potete fare voi.

nel complesso il corso è strutturato bene, un difetto è sicuramente il fatto che: “le pause dobbiamo farcele noi” e, secondo me, da un lato è una scelta giusta perchè impariamo a organizzarci con i tempi ma dall’altra parte molti di noi si sentono a disagio (soprattutto in presenza) ad alzarci e ad uscire dall’aula quindi essendoci 4 ore di laboratorio almeno ogni ora 10 min di pausa fissa si dovrebbero fare

Assolutamente no, dovete imparare ad organizzarvi. Non potete sentirvi a disagio se fate una cosa che vi autorizzo esplicitamente a fare. Alcuni hanno bisogno di pause, altri (ad esempio io alla vostra età) no. Terminata la prima ora di spiegazioni, ciascuno può fare una sosta quando lo ritiene necessario.

Spiegare più lentamente e in modo più chiaro la parte teorica e alleggerire il carico dei laboratori, magari inserendo un laboratorio in più.

Purtroppo non è possibile, siamo già al limite.

Contenuti

Ho notato la presenza di criticità dovute ad alcuni argomenti a me completamente nuovi a cui non sono stati dedicati i giusti tempi a mio parere, ciò ha inciso molto sul poter rimanere al passo con gli argomenti trattati.

Sono date per scontate alcune cose basilari , che per chi ha già lavorato su java possono essere saltate , ma per chi inizia dasono necessarie.

A volte capita che alcune conoscenze siano date per scontato.

Qui è evidente che c’è qualche problema, purtroppo non è chiarissimo quale dai commenti. Per quanto riguarda i rudimenti di Java, li vedete a lezione di teoria; in laboratorio affrontiamo pratica ed approfondimenti. Gli aspetti basilari del linguaggio (fino al punto visto alle lezioni precedenti) vengono dati per acquisiti, o comunque non vengono rifatti da capo. Va da sé che in caso di problemi siamo disponibili a rispiegare, ma va fatto col singolo studente, non con l’intero gruppo.

Le varie sfaccettature di GitHub ad esempio risultavano a me nuove, avrei gradito più tempo nel ragionarci e lavorarci, e soprattutto un approccio più parallelo con gli studenti con istruzioni gestite passo passo con gli studenti, cercando di stare al passo con tutti.

Poco chiaro sopratutto la parte GitHub

Vedremo di riorganizzare un po’ la discussione riguardo GitHub.

Pochi esempi pratici.

Sono tredici laboratori, di cui uno dedicato alla simulazione d’esame, ed i restanti 12 hanno fra i 5 ed i 10 esercizi pratici l’uno. Per ogni esercizio sono fornite soluzioni (ergo, esempi). Inoltre, per ogni aspetto che venga ritenuto critico vengono forniti esempi sviluppati da noi (ad esempio sul caricamento di risorse dal classpath). Francamente non mi sembra un commento ragionevole, se vuole approfondire conosce la mia email.

Erogazione

Chiarezza

Il docente D.Pianini, per quanto sia competente in materia, presenta delle criticità nella comunicazione:

  • spesso risulta frettoloso/sbrigativo
  • talvolta dà per scontate, credo involontariamente, terminologie avanzate non imparate a lezione
  • talvolta risponde con un tono abbastanza marcato
  • lascia veramente poco tempo per stare al passo in certi casi (introduzione a git bash sopra a tutti)

Il prof. Pianini è troppo veloce nelle spiegazioni, rendendo quasi impossibile rimanere al passo con la spiegazione. Inoltre è troppo elevata la differenza di ritmo utilizzata, da Pianini (troppo veloce) e altri docenti nelle spiegazioni.

Molto spesso la spiegazione avviene in maniera veloce e superficiale, in modo tale che chi non ha già conoscenze personali degli argomenti rimanga abbastanza indietro.

A volte si tende ad andare troppo veloce nella spiegazione

spiegazioni troppo approssimative e troppo veloci

Troppo veloce nello spiegare i concetti, spesso spiega in maniera frettolosa e non si riesce ad eseguire passo passo

La spiegazione risulta un po’ troppo veloce, si fa fatica a stare dietro

Sarebbe anche utile nel momento della spiegazione lasciare qualche secondo in più per cercare di far eseguire agli studenti ciò che il professore ha mostrato per far si che memorizzino meglio il concetto.

La spiegazione a volte tende a prolungarsi più del dovuto e, quando bisognava lavorare simultaneamente non si riusciva a svolgere i passaggi dettati dal prof troppo velocemente, forse anche per colpa delle tastiere in laboratorio

Ci sono state lezioni in cui si faceva fatica a seguire per la velocità delle spiegazioni, ma nulla che non si è potuto risolvere con un ripasso autonomo a casa

almeno quando si svolgono le cose per la prima volta andare un pò più lentamente nella spiegazione.

Il professore è spesso troppo veloce a spiegare ed è molto difficile stargli dietro. Inoltre da’ per scontato alcune conoscenze ed argomenti.

spiegazioni spesso troppo “superficiali”

il professore spiega spesso troppo velocemente dando per scontati dettagli di cui non sempre ne sono tutti a conoscenza rendendo così le lezioni difficili da seguire

La spiegazione degli argomenti potrebbe avvenire in modo più acceso e provvedendo ad esempi. Altrimenti si rischia di annoiare o di faticare a mantenere accesa l’attenzione degli studenti.

Forse il prof. Pianini spiega troppo velocemente

alcune volte in certe spiegazioni va un po’ veloce

Difficoltà a seguire la velocità di spiegazione del prof Pianini

Chiederei al prof Pianini di rallentare un po’ la velocità di spiegazione

Alcuni argomenti sono spiegati in maniera frettolosa e può risultare difficile seguire e stare al passo con la lezione.

A volte risulta difficile seguire le parti di teoria, troppo veloce per alcuni argomenti complessi

Sono partito da zero e trovo che il professore spieghi troppo velocemente, dando un po’ per scontato alcune cose

Lezioni spesso troppo sbrigative e veloci al punto da rendere difficile seguire il docente.

Spiegare un po’ più lentamente

A volte la velocita nelle spiegazioni

A volte si va troppo veloce nella spiegazione e si rischia di perdersi. Consiglio di dare tempo agli studenti di assimilare i concetti spiegando più lentamente

IL PROF VA UN PELINO VELOCE

Le spiegazioni sono spesso frettolose e alcune volte ci si ritrova un po’ spaesati nell’apprendimento degli argomenti visti in laboratorio

È evidente che ho perso un po’ il polso dell’aula, probabilmente la didattica a distanza non ha aiutato. Posso rallentare un po’ (presumibilmente il problema maggiore è stata nella spiegazione del version control), ma beneficierei molto di un aiuto da voi, in forma di alzata di mano per segnalarmi che siete rimasti un po’ indietro.

Circa la terminologia: riguarderò il materiale, ma se sentite un termine che non conoscete è bene alzare la mano e chiedere un chiarimento. La lezione è interattiva, non è un atto di teatro.

Circa la superficialità, sono sopreso. C’è un argomento che trattiamo superficialmente che è il build system (che si vede alla magistrale in modo più dettagliato), ma non cade (quest’anno) nel mio modulo, e per il cerchiamo sempre di essere completi nel limite del tempo a disposizione.

La parte Git credo vada affrontata in modo piu’ lento. Soprattutto per coloro che non hanno mai sentito parlare di DVCS è difficile durante la lezione stare dietro alla quantità infinita di nuove nozioni. Inoltre bisogna ascoltare mentre si usa la bash, il che complica il tutto. Comunque grazie alle lezioni registrate si è potuto recuperare le lacune createsi durante la spiegazione.

Direi che la registrazione è qua per restare, anche a pandemia terminata, almeno l’audio.

Rapporto con gli studenti

spesso si rivolge in modo aggressivo agli studenti

A volte il modo di interfacciarsi con gli studenti risulta un po’ aggressivo, anche se l’intento è sicuramente quello di spronare a fare del proprio meglio. Però a mio parere ottiene l’effetto contrario, demoralizzando la maggior parte degli studenti.

L’intento è decisamente quello di spronare. C’è un bilanciamento da trovare fra mettere a proprio agio le persone e spronarle a fare meglio possibile, ed io decisamente pendo sul secondo. A volte la cosa mi si ritorce un po’ contro, ma è un rischio che corro e che penso sia giusto correre. Non c’è aggressività, non vi faccio nulla :)

Spesso tratta gli studenti con superiorità.

Ragazzi i ruoli devono essere chiari. A livello di competenza tecnica non siamo pari (anche perché altrimenti a seguire OOP sciupate solo tempo). Mi spiace vi siate sentiti “attaccati”, semplicemente bisogna che constatate che il mio ruolo è quello di portarvi più velocemente possibile ad un livello quanto più possibile vicino al mio, idealmente dandovi gli strumenti per superarlo.

Materiale

Purtroppo molto spesso gli argomenti non erano spiegati da zero o non molto chiaramente, rendendo difficile seguire la lezione per chi non aveva già visto gli argomenti trattati. Spesso mi sono ritrovato a studiare in autonomia interi argomenti e capirli solo grazie alle slide (per fortuna molto chiare).

Sarebbe stato utile avere indicazione di quali siano le parti di cui sono mancate le fondamenta.

Corso veloce / pesante

Difficoltà a stare in pari con il programma

Secondo me di fondo c’è una sorta di sottovalutazione del carico di argomenti trattati, consiglierei di selezionare un po’ di più gli argomenti per permettere a tutti di capire ed allinearsi al meglio oppure effettuare più ore di laboratorio.

troppo veloce e tante cose nuove da imparare per una settimana

il problema che ho riscontrato è sicuramente il fatto che le spiegazioni e gli esempi vengono fatti molto velocemente e quindi il prof da poco tempo per prendere appunti o per capire cosa fare

Per argomenti delicati e importanti suggerirei di spiegare un poco più lentamente, sottolineando le cose più importanti. I professori devono un attimo accorgersi di quali sono i concetti che vanno ripetuti di più

Poco tempo per fare gli esercizi di ogni laboratorio (anche con il secondo giorno risulta complicato finirli)

Nonostante lo studio e il laboratorio è comunque difficile rimanere al passo con le lezioni vista la quantità e la specificità del corso

partendo da zero (il mio caso) è molto difficile stare dietro a tutti gli esercizi ed esercitazioni

Ragazzi il corso è tosto, lo so, ed è giusto che lo sia. Purtroppo ci sono molti argomenti da trattare in un tempo limitato (e sì, probabilmente OOP andrebbe spezzato in due, e la parte più di ingegneria / progettazione andrebbe affrontata separatamente, ma così è al momento).

non concede tempo adeguato per svolgere esercizi in aula.

Immagino si riferisca alle spiegazioni, e quindi sia un commento in linea coi precedenti. Ma nel caso in cui si riferisca agli esercizi, come spiego nella lezione introduttiva, il laboratorio è tarato perché uno studente medio riesca a farne circa metà in aula, ed il restante a casa. Solo chi ha effettivamente assorbito appieno tutto il corso fino a quel punto può terminare nelle ore di laboratorio, e questo tipo di carico è desiderato.

Consegne

Sarebbe comodo inserire delle slide che guidano gli esercizi in modo da evitare di rimanere ore sul problema e andare di conseguenza a vedere le soluzioni.

Gli esercizi risultano essere noiosi anche per chi, come me, non aveva conoscenze di programmazione ad oggetti pregresse rilevanti. Spesso preferisco esperimenti individuali più complessi e articolati rispetto agli esercizi ripetitivi forniti dai professori.

Qui ho messo vicini commenti che chiedono cose opposte: complicare e semplificare. C’è un equilibrio, i primi esercizi per forza devono essere guidati e semplici, perché non tutti progrediscono alla stessa velocità. Gli ultimi dovranno essere necessariamente più ricchi e complessi, perché tutti devono poter arrivare ad un livello alto.

La logica degli esercizi è la seguente:

  1. Esempio da comprendere
  2. Semplice esempio pre-strutturato da completare
  3. Esempio guidato più complicato
  4. Esercizio in autonomia

consiglierei inoltre di rendere più chiare le descrizione sul da farsi sugli esercizi in lab (scritte negli esercizi)

migliorare le spiegazioni (readme) degli esercizi di laboratorio

Difficoltà nel comprendere subito gli esercizi di laboratorio

Esercizi a volte difficilmente comprensibili nelle loro richieste

Certi esercizi di laboratorio poco intuitivi

Quali in particolare?

Certe lezioni a mio parere hanno fatto il passo troppo più lungo della gamba. Per alcuni argomenti sarebbe meglio partire da esercizi base base piuttosto che trovarsi in mezzo a qualcosa già più complesso. Questo per poi, magari a casa, svolgere il resto degli esercizi complessi

È esattamente la struttura dei laboratori, fatto salvo il fatto che idealmente dovreste provare a fare in aula e farvi correggere anche gli esercizi complessi.

A mio avviso, gli esercizi in laboratorio li ho trovati tremendamente più difficili rispetto a quello fatto in aula.

Sì, sono più difficili. In aula acquisite le basi, in laboratorio le esercitate.

Proporrei di mettere più esercizi, magari più semplici per arrivare al livello della difficoltà di quella attuale. Non so, esercizi più semplici dati da Viroli in modo che in laboratorio arriviamo più preparati.

Grazie del suggerimento, ma credo sia meglio invece farvi vedere esercizi completamente diversi sugli stessi temi. Introduce della variabilità sul tema ed aiuta a consolidare quanto acquisito.

Troppi argomenti sono dati per scontati, spesso uno studente si trova a non saper quello che deve fare durante le ore di laboratorio, credo che svolgere qualche esercizio con il professore possa aiutare la comprensione della materia

Sono contrario agli esercizi guidati. Gli esercizi col prof (ossia, fatti dal prof con voi che guardate) si fanno in aula. In laboratorio siete voi a fare gli esercizi, e noi siamo di supporto per evitare che voi vi blocchiate, nonché per sistemare la vostra soluzione una volta che funziona, in modo che acquisiate crescente sensibilità. È necessario che impariate, data una consegna, a produrre un artefatto, il mondo non è fatto di esercizietti passo-passo guidati.

Sarebbe utile inserire slide di ripasso degli argomenti trattati durante la settimana nella teoria, per facilitare lo svolgimento e la comprensione degli esercizi

Nope. Non ripassiamo la teoria, potete (dovete) tenere sotto le slide degli argomanti fatti in settimana. Siamo già in difficoltà coi tempo così, non possiamo investire altro tempo in ripetere cosa avete già fatto in settimana.

a volte certe librerie che usiamo negli esercizi non le abbiamo mai viste

Certo. Il mondo non finisce con quello che vedete in aula (tutt’altro) e dovete imparare anche ad usare cose diverse e a cercare cose che ancora non avete visto. Per fortuna ci sono librerie che non avete mai visto negli esercizi. E nelle soluzioni è anche peggio, se le guardate. Sono fatte per stimolare domande.

Correzioni

Immagino che quest’anno sia soprattutto in laboratorio un anno particolare. Quando viene richiesto nel forum di consegnare gli esercizi con il relativo commento è difficile non segnare la dicitura “confrontato criticamente con le soluzioni proposte” dato che in laboratorio si riesce a farsi correggere solo pochi esercizi. Tuttavia è stato detto giustamente che il giudizio critico ancora non ci appartiene in quanto programmatori inesperti. Suggerisco di poter farsi correggere, ovviamente per chi è interessato, gli esercizi anche durante la settimana.

Ringrazio per il suggerimento. Purtroppo, non ne usciremmo coi tempi. I docenti universitari oltre a fare didattica fanno ricerca, e anzi, tipicamente fanno ricerca e secondariamente fanno didattica. Non è proponibile purtroppo correggere le soluzioni di tutti gli esercizi di oltre 150 studenti ogni settimana, non faremmo nient’altro.

Potremmo però istruirvi su come svolgere il confronto critico:

  1. comprendere la soluzione del docente
    • Se non viene compresa, porre domande sul forum
  2. confrontare la propria soluzione con quella del docente, descrivendone le differenze
    • Se non si comprendono le differenze, porre domande sul forum
  3. comprendere se la soluzione del docente sia migliore della propria, e perché
    • Se ci sono differenze ma non è chiaro quale sia migliore, o si ritenga migliore la propria, porre domande sul forum

Metodo di correzione non stimolante in laboratorio, se si è in difficoltà spesso bisogna aspettare troppo per ricevere un aiuto.

Per chi ha bisogno di aiuto abbiamo una coda prioritaria, mi sembra strano abbia patito lunghe attese.

Didattica a distanza

principalmente i problemi che ho riscontrato erano dovuti alla qualità audio/video della lezione online e alla chiarezza delle slide a casa, che non erano ben organizzate e non erano spiegate molto bene

Come vede nei commenti sul materiale, in realtà secondo alcuni suoi colleghi il materiale sembrerebbe ben strutturato. Riesce a segnalarmi i punti critici?

La qualità audio, rivedendo i video, mi pareva buona. Riuscirebbe a segnalarmi quali sono i video che hanno problemi tecnici?

Cose comprese meglio/peggio

Qui riassumo il risultato di tutti i questionari, fra parentesi il numero di note ricevute. Lascio un commento alla fine.

Comprese meglio

  1. git / dvcs (8)
  2. basi (7)
  3. collezioni (4)
  4. interfacce (4)
  5. GUI (3)
  6. classi innestate (3)
  7. Eclipse (2)
  8. controllo qualità (2)
  9. documentazione (2)
  10. ereditarietà (2)
  11. classi anonime (1)
  12. classi astratte (1)
  13. polimorfismo (1)
  14. incapsulamento (1)
  15. programmazione multipiattaforma (1)
  16. stile (1)
  17. librerie (1)

Comprese peggio

  1. git / GitHub (14)
  2. eccezioni e loro gestione (5)
  3. files, input/output (3)
  4. generici (3)
  5. collezioni (2)
  6. classi anonime (2)
  7. jar (1)
  8. lambda expressions (1)
  9. GUI / Swing (1)
  10. interfacce (1)
  11. Integer (1)
  12. incapsulamento (1)
  13. classi innestate (1)
  14. iteratori (1)
  15. comparatori (1)
  16. polimorfismo (1)
  17. testing (1)
  18. Eclipse (1)

L’anno scorso le interfacce grafiche erano un elemento polarizzante: o comprese molto bene o molto poco. Quest’anno pare invece che il problema simile sia toccato alla parte sul controllo versione con Git che è la parte meglio compresa e peggio compresa. Evidentemente qualcosa è andato storto rispetto agli anni passati su quella parte.

Commenti positivi

Disponibilita da parte del professore, argomenti interessanti

Corso molto interessante e utile

Oltre alla preparazione eccellente, segnalo come nota positiva la disponibilità nel rispondere a quesiti e domande. Soprattutto sul forum durante la settimana. Risposte puntuali e molto approfondite.

Grande interesse per gli argomenti trattati, insegnante preparato, che spiega con enfasi e passa agli studenti la voglia di imparare, gradirei rincontrarlo in corsi futuri.

Offre direttamente la possibilità di mettere i pratica argomenti trattati durante le lezioni frontali senza troppo preoccuparsi di fattori “secondari”, quali la creazione di package da zero,di classi ecc., scrivendo solamente la parte significativa. Inoltre durante il laboratorio vengono visti alcuni argomenti che a lezione non vengano trattati, e questo favorisce lo stimolo e la motivazione dello studente di mettersi in pratica

Si vede l’impegno che il prof Pianini mette per spiegare e gli argomenti sono molto interessanti

ti insegna come programmare a tutto tondo

Spiegazioni chiare e il forum molto utile

L’assistenza è incredibile. Si rendono disponibili sempre e incoraggiano a chiedere aiuto se non si capisce.

E’ evidente la competenza dei docenti nei campi d’insegnamento.

Corso molto stimolante, il prof Pianini invoglia molto a seguire la lezione

Molto espressivi

molte ore di laboratorio a disposizione forum studenti decisamente molto comodo per chiarimenti

materia molto interessante

Approfondimenti molto utili e esercitazioni necessarie per comprendere i vari argomenti trattati a lezione. Inoltre il docente si vede che ha una grande conoscenza generale con i vari esempi e considerazioni che procura, suscitando più interesse verso la materia e verso il settore in generale.

Ottime spiegazioni

Il corso fornisce un approccio con la programmazione ad oggetti, a mio avviso importantissimo per la nostra futura carriera lavorativa.

La materia è estremamente interessante ed il professore è decentemente competente nell’insegnamento di suddetta

Il laboratorio è molto utile per consolidare e approfondire gli argomenti visti in classe, facendo si che rimangano ben fissati in memoria

Docente disponibile per chiarimenti

Esposizione accurata per la maggior parte degli argomenti

Grazie alla presenza del tutor e dell’insegnante risulta molto più semplice eseguire gli esercizi che ci vengono assegnati

fornisce dall’inizio fino al termine le conoscenze necessarie per lo svolgimento dei laboratorio, le lezioni sono interessanti e coinvolgenti. Il professore è sempre disponibile per chiarimenti e informazioni, anche grazie lo strumento “forum”

La pratica all’interno dei laboratori chiarisce ogni dubbio sull’argomento teorico trattato, in aggiunta fornisce strumenti, mediamente complessi da utilizzare per la realizzaione di un applicativo Java

Le tematiche trattate sono molto interessanti e stimolano all’apprendimento della materia

Argomenti interessanti

Esaustivo

Stimolante e ottimo metodo d’esame

chiarezza nell’esposizione

Il corso affronta ogni argomento in maniera molto dettagliata

Il prof è molto bravo, probabilmente sono io che sono rimasto indietro e su certi aspetti ho faticato a seguire, però quella era la mia impressione

Il prof. (Pianini) tramite il forum risponde sempre

Ottimo sostegno nella parte degli esercizi

Corso molto valido, docenti preparatissimi che ti assistono per qualsiasi problema. Materiale completo. Finalmente un corso che insegno lo stile nella programmazione.

Professore molto preparato e non è noioso durante la spiegaizone

Grande qualità del corso, si percepiscono bene le conoscenze del prof

Non ho molto da rispondere qui, ringrazio Per le belle parole che fanno molto piacere.

About Danilo Pianini

Fixed-term Post-doc researcher at the University of Bologna. Software engineer, designer and developer of the Protelis programming language, the Alchemist simulator, and several other libraries and tools. Proficient in Java, Kotlin, Scala, Python, Xtend. Can also write in Groovy, Bash, Ruby, C, Rust, Prolog, Javascript. Build automation and continuous integration zealot.

Star DanySK on GitHub
Categories
Useful Links